SANTORINI – Paradiso dell’ Egeo

SANTORINI – Paradiso dell’ Egeo

Quando qualcuno nomina Santorini è inevitabile non pensare ai bellissimi colori di una delle più estreme isole della Grecia. Qualsiasi sito spulciassi per carpire maggiori informazioni riguardo al luogo, erano stra-felici, super positivi, e questo mise in me un dubbio, perchè non era possibile che tutto fosse perfetto, qualcosa di negativo doveva pur averlo. Niente da dire, avevano ragione. Si sà, Santorini è l’isola d’eccellenza per luna di miele e proposte di matrimonio e non c’è isola e luogo più adatto per questo, perchè è un isola estremamente romantica. Infatti, la maggior parte dei turisti erano formati da coppie, coppiette innamorate ovunque, raramente mi è capitato di vedere gruppi di ragazzi e ragazze, forse la clientela più variegata proviene dalle navi da crociera che fanno tappa all’isola di Santorini. E’ anche vero ciò che molti affermano, ovvero, è cara, è dispendiosa, ovviamente essendo un isola prettamente turistica, è normale che i prezzi siano più alti rispetto a quelli di Atene  o a diverse località turistiche, se volete passare una bella vacanza a Santorini dovete mettere un gruzzoletto da parte. Gli alloggi, i ristoranti, il cibo al supermercato, le attività e i servizi, hanno un prezzo più elevato, è da mettere in conto se nella tua prossima meta c’è scritto ” destinazione Santorini”.

71326602_451366978799176_1999613614830387200_n

L’isola è vulcanica, infatti la sabbia delle spiagge è nera come quella del “Black beach” o rossa, come quella del “Red beach“, dal punto di vista delle spiagge è diversa dalla maggior parte delle altre isole cicladi, ed è una delle ragioni per cui è affascinante, non è uguale alle altre. Quindi non aspettatevi la classica spiaggia con sabbia bianca, soffice.

Santorini ha subito  una delle più grandi eruzioni vulcaniche nella storia, chiamata: l’ eruzione minoica (a volte chiamata l’eruzione Thera), avvenuta circa 3.600 anni fa al culmine della civiltà minoica . L’eruzione ha lasciato una grande caldera circondata da depositi di cenere vulcanica profondi centinaia di metri. Santorini ha eruttato diverse volte, con vari gradi di esplosività. Se ne contano almeno dodici di grandi eruzioni esplosive. Una delle più famose è stata l’ eruzione minoica, appunto (citata poco fa).

Dopo tutte le varie esplosioni nell’area di Santorini si sono formate un gruppo di isole create da vulcani, che si estendono su Thera, Thirasia, Aspronisi, Palea e Nea Kameni.

 

Curiosità sul nome dell’isola di Santorini

Nell’antichità il nome dell’isola era Thera. Secondo la tradizione, l’isola prese il nome da Theras, figlio di Autesion, che era il discendente di Polyneike. Anche se l’isola prende il nome da Theras, il nome Thera – senza la “s” finale – è un nome femminile che è usuale per la maggior parte delle isole elleniche. Il nome Santorini è molto più recente tuttavia, viene utilizzato anche il nome “Thera”, ha una radice latina, è stato dato dai veneziani che, dopo la Quarta Crociata (1204), avevano il dominio sulle isole. L’origine del nome nasce dalla Cappella di Santa Irini, quindi, Santa Irini – diventò – Santorini.

La storia delle altre isole che si sono formate dopo la grande eruzione vulcanica sono altrettanto interessanti, ma lo vedremo in seguito.

Dove alloggiare e come muoversi

Continuando a parlare di Santorini, ha diverse zone o quartieri, quelli di maggior rilievo sono: Thira (anche chiamata Fira, solo più avanti ho capito che si trattava della stessa città, ma lo chiamano in entrambe i modi); Imerovigli; Oia; Akrotiri; Perissa; Kamari; Emporio. Se sei indeciso o indecisa, in quale quartiere alloggiare, la scelta è semplice, considera che tutta l’isola in lunghezza è percorribile (con scooter o quad) in 45 minuti, quindi, puoi senza problemi prendere una sistemazione in una zona, non centralissima, così eviterai di spendere un patrimonio e risparmiare qualche soldino. Un consiglio tattico è quello di esser sicuri che vicino a voi ci sia un noleggio mezzi, che sia auto, quad, scooter, così  potrete noleggiare quello che volete quando volete in comodità. La bicicletta la sconsiglio, sono partita tutta gasata, ho voluto noleggiare per forza la bicicletta (il prezzo si aggira intorno a 10/15 Euro a giornata) perchè a mio dire “volevo vedere meglio il panorama e quello che mi circondava “ sì… ottima pensata, se non fosse che Santorini è tutta una salita e una discesa, tornanti a gogò, e in molti tratti di strada non è presente l’illuminazione e circolare di notte non sarebbe stato l’ideale. Insomma, pessima idea e morale della favola, dopo 10 minuti (contati) di pedalata sostenuta in salita, torniamo indietro ansimanti per sostituire la bicicletta con il noleggio di un Quad ( il prezzo si aggira intorno ai 40/50 Euro a giornata, quindi 24 ore), sono stati molto gentili e hanno acconsentito alla nostra richiesta dello scambio. Mai fatto scelta migliore, il quad è divertente e pratico, va ovunque, puoi parcheggiare facilmente, ci siamo fatti in lungo e in largo tutta l’isola senza problemi. Se siete interessati al prezzo dello Scooter sono circa 20 / 25 Euro a giornata). Quindi il succo del discorso è; comunque vada, se dovrete noleggiare un mezzo, se non alloggerete proprio nel capoluogo o nelle zone centrali non preoccupatevi. Le zone con maggior movida sono: Fira, Imerovigli, Oia, Perissa, che sia di giorno che sia notte sono sempre coloratissime e vivaci.

 

Nel caso in cui non fosse possibile noleggiare un mezzo,  sarebbe meglio soggiornare in uno dei centri con maggior movida perchè; i taxi in tutta l’isola sono solo 33, e sono mooolto molto cari, e non arrivano subito proprio perchè sono pochi o altrimenti potete muovervi con i Tranfer ( servizi di trasporto privato) con un costo ancora più elevato. Come ultima alternativa c’è il bus dell’isola, con orari non proprio frequenti, e non copre gli orari di tutta la giornata. Il traffico è difficile trovarlo, qualche minuto di intoppo nelle zone più gettonate ci stà, nonostante ciò, non ho sentito clacson, non ho sentito insulti. E’ frequente vedere diversi motociclisti senza casco, è possibile scorazzare senza casco con quad e scooter, anche se comunque non è prudente in ogni caso, infatti, all’inizio mi sono stupita, poi ho visto e capito che effettivamente, seppur la strada sia libera nessuno corre, nessuna gara di velocità, nessuno ha fretta, tutti rispettano i limiti, tutti si rispettano e un altra questione da sottolineare è che rispetto ad Atene a Santorini c’è meno criminalità, certo, un’occhio alla borsa la darei sempre, ma ci si sente davvero in un’atmosfera di pace e relax.

Santorini mi ha sorpreso, non solo per la bellezza in sè dell’isola, e per la non delusione che crea di solito un aspettativa molto alta, ma anche per la moltitudine di attività che l’isola offre. Non solo a livello storico, interessanti siti archeologici, storia dell’antica Thera, ma puoi imparare a cucinare il cibo tradizionale greco nella loro cucina, assaggiare i loro tipici vini ( Santorini ha dei vigneti stupendi), fare il giro delle isole sulla barca che preferisci, immersioni subacquee pazzesche, prendere il sole nelle spiagge più particolari, scenari mozzafiato e tramonti indimenticabili.

L’isola di Santorini è davvero difficile da dimenticare.

Santorini_n

 

MP. Feel Easy Way

L’ itinerario più dettagliato su cosa vedere e sulle attività da fare a Santorini le trovi nei successivi articoli.

 

 

 

 

M.P. Feel easy way

Questo blog racconta di viaggi, itinerari pazzeschi, manie di organizzazione e stile di vita. Viaggiare leggeri è la parola d'ordine!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: