E’ un anno diverso il 2021, non solo perché non siamo ancora usciti da un anno di pandemia mondiale, ma anche perché sulla scena Europea si fa spazio permanente la Brexit. Brexit 7 cose che cambieranno con l’accordo. Continua a leggere per saperne di più.

Cambiano le regole di viaggio europee

Da gennaio, i cittadini britannici potranno viaggiare senza visto nei paesi dell’area Schengen solo per un massimo di 90 giorni in un periodo di 180 giorni (questo include la maggior parte delle nazioni dell’UE e Islanda, Norvegia, Svizzera e Liechtenstein). 

Inoltre, dovrai:

Ti restano almeno sei mesi sul passaporto, ad eccezione dei viaggi in Irlanda.

Avere un’assicurazione di viaggio con copertura sanitaria. 

Assicurati di aver verificato le tariffe di roaming con il tuo operatore di telefonia mobile, poiché la garanzia del roaming gratuito terminerà .

Hai ottenuto un certificato di salute animale dal tuo veterinario almeno 10 giorni prima del viaggio – se viaggi con il tuo animale domestico – anche dalla Gran Bretagna all’Irlanda del Nord. L’attuale sistema di passaporti per animali da compagnia dell’UE non sarà più applicabile.

Utilizza corsie separate da cittadini dell’UE, SEE e svizzeri al controllo delle frontiere.

È significativo che, a causa della pandemia di Covid, i viaggiatori provenienti da paesi extra UE – incluso il Regno Unito – non potranno visitare l’UE al momento, se non per un certo numero di motivi essenziali.

Gli acquisti duty-free torneranno

Quando il Regno Unito era un membro dell’UE, ti era permesso importare quantità illimitate di alcol e tabacco da un paese dell’UE senza pagare alcun dazio alla frontiera, a condizione che il dazio fosse stato pagato nel paese in cui lo avevi acquistato e potevi provare era per uso personale.

Dal 2021 sarà possibile fare acquisti duty-free se viaggi nell’UE, anche se ora ci saranno limiti all’importo che puoi portare in duty-free dall’UE, come per gli arrivi da paesi extra-UE.

Tuttavia, la quantità consentita di tabacco e alcol duty-free aumenterà . Così potrai, ad esempio, portare 18 litri di vino fermo e 42 litri di birra.

Le regole cambiano per i cittadini britannici che vogliono trasferirsi nell’UE

Se risiedi già in un paese dell’UE, avrai determinate protezioni ai sensi dell’accordo di recesso.

Ma anche allora, dovresti controllare le regole specifiche di quel paese. Potrebbe essere necessario registrarsi o richiedere la residenza, ottenere nuovi documenti o soddisfare requisiti specifici, come avere un lavoro.

Ad esempio, i cittadini britannici che vivono in Francia dovranno ottenere nuovi permessi di soggiorno.

Se prevedi di trasferirti nell’UE nel 2021, non avrai più il diritto automatico di vivere, lavorare, studiare o andare in pensione lì.  Avrai bisogno di un visto se stai andando lì per qualsiasi motivo diverso dal turismo.

Le regole dipenderanno dal paese in cui vuoi trasferirti e dal motivo del trasferimento. 

Dovresti controllare le regole del paese in cui intendi trasferirti. Le persone che intendono trasferirsi in Irlanda rimarranno in gran parte inalterate.

Ci sono nuove regole per i cittadini dell’UE nel Regno Unito

Se sei un cittadino dell’UE che vive nel Regno Unito entro il 31 dicembre 2020 o proveniente da Islanda, Liechtenstein, Norvegia o Svizzera, i tuoi diritti rimangono gli stessi fino al 30 giugno 2021.

Ma dovresti controllare se puoi restare dopo. Di solito dovrai diventare un cittadino del Regno Unito o fare domanda per il programma di regolamento dell’UE.

Ancora una volta, a causa della Common Travel Area, i diritti dei cittadini irlandesi non cambieranno.

Ci sarà un nuovo sistema di immigrazione nel Regno Unito

A partire da gennaio, ci sarà un nuovo sistema basato sui punti per i cittadini stranieri (eccetto i cittadini irlandesi) che desiderano trasferirsi nel Regno Unito. Quindi se hai deciso di voler lasciare l’Italia e trasferirti nel Regno Unito presta attenzione a quanto segue.

Il governo afferma che tratterà i cittadini dell’UE e di altri paesi allo stesso modo e mirerà ad attrarre persone che possono contribuire all’economia del Regno Unito.

Le persone che desiderano trasferirsi nel Regno Unito per lavorare, vivere o studiare dovranno richiedere e pagare un visto

Costerà £ 348 per richiedere un visto per studenti al di fuori del Regno Unito , o £ 475 per estenderlo o cambiarne uno dall’interno del Regno Unito.

La richiesta di un visto come lavoratore qualificato costerà tra £ 610 e £ 1.408 a persona , a meno che un individuo non abbia competenze di cui il paese è a corto. Le persone che richiedono il visto dovranno anche pagare una sovrattassa sanitaria di £ 624 a persona all’anno, a meno che non siano operatori sanitari.

Se vuoi comprare o vendere con l’UE, le cose si complicano

Il Regno Unito e l’UE hanno concordato che non ci saranno tasse sui reciproci beni quando attraverseranno i confini e nessun limite alla quantità di cose che possono essere scambiate.

Tuttavia, i commercianti in Inghilterra, Galles e Scozia dovranno fare dichiarazioni doganali come se avessero a che fare con paesi in altre parti del mondo – questo significa un sacco di scartoffie.

Alcuni prodotti, tra cui piante, animali vivi e alcuni alimenti, avranno bisogno di licenze e certificati speciali . Altri dovranno essere etichettati in modi specifici.

Non ci sarà più riconoscimento automatico delle qualifiche professionali: le persone dovranno controllare le regole di ogni paese per assicurarsi che le loro qualifiche siano ancora riconosciute.

E mentre il governo britannico ha scelto di ritardare – di sei mesi – l’imposizione di controlli completi, l’UE effettuerà controlli dal 1 ° gennaio.

Anche se il commercio con l’UE diventerà più complicato, il Regno Unito è libero di negoziare i propri accordi commerciali con altri paesi , come gli Stati Uniti

I sostenitori della Brexit affermano che questo andrà a beneficio dell’economia a lungo termine, anche se i critici affermano che è più importante rimanere vicini all’UE.

L’Irlanda del Nord diventa un’eccezione

Il Regno Unito e l’UE hanno concordato di mantenere un confine quasi invisibile, senza posti di blocco, tra l’Irlanda del Nord e la Repubblica d’Irlanda (che rimane nell’UE).

L‘Irlanda del Nord continuerà a seguire molte delle regole dell’UE, il che significa che i camion possono continuare a guidare attraverso il confine senza dover essere ispezionati.

Tuttavia, saranno necessari alcuni nuovi controlli su alcune merci in arrivo in Irlanda del Nord dal resto del Regno Unito (Inghilterra, Scozia e Galles).

I prodotti alimentari, come carne, pesce e uova, dovranno essere controllati per garantire che siano conformi agli standard dell’UE.

Tuttavia, al fine di ridurre qualsiasi potenziale interruzione, ai supermercati verrà concesso un “periodo di grazia” iniziale di tre mesi in cui le regole non verranno applicate sul cibo che portano in Irlanda del Nord. 

Alcuni prodotti a base di carne avranno un periodo di grazia più lungo di sei mesi.

 Quello che accadrà dopo questo periodo non è chiaro e sarà oggetto di futuri negoziati.

È stato anche raggiunto un accordo per eliminare i dazi – oneri aggiuntivi sulle merci – per la maggior parte degli scambi tra Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) e Irlanda del Nord. 

Tuttavia, dal 1 ° gennaio saranno necessarie nuove pratiche burocratiche e le imprese dovranno essere pronte per i cambiamenti.

Spero questo breve articolo che sintetizza 7 cose che cambieranno con l’accordo Brexit ti possa aver aiutato, se hai domande o dubbi scrivi pure nel box commenti.

Scritto da:

Teresa

Ciao, mi chiamo Terri, nativa della Sardegna con base a Londra. Chi sono? Sono il solito clichè, ragazza sognatrice con la valigia piena di ottimismo e voglia di fare..
Benvenuti su Feel Easy Way, dove tutto trova un sorriso, positività e una soluzione easy.

Hi, my name is Terri, a native of Sardinia based in London. Who I am? I'm the usual cliché, dreaming girl with a suitcase full of optimism and desire to do ..
Welcome to Feel Easy Way, where everything finds a smile, positivity and an easy solution.