Roma in 1 giorno

Roma in 1 giorno

67588814_829635834084635_1839116515249487872_n

Roma, citta’ eterna, la piu’ bella citta’ del mondo, storia che si percepisce ad ogni passo, sono follemente innamorata di questa citta’.

A Roma le cose da visitare sono parecchie e conoscere roma intimamente, visitando tutti i luoghi piu’ belli in un solo giorno e’ impossibile. Ma molte volte capita di trovarsi a Roma per breve tempo ed essendoci talmente tante cose da vedere non si sa mai come iniziare e da dove iniziare.

Quando vivevo a Roma, mio fratello e mia cognata capitarono qui per 1 giorno e gli feci fare un tour della città,  includendo le tappe piu’ importanti e popolari, quindi un breve superciale tour e’ fattibilissimo.

Come muoversi a Roma

Il consiglio di sempre e’ quello di camminare e muoversi a piedi, per scoprire meglio la citta’ e catturare tutta la sua bellezza, molti punti sono raggiungibili tra di loro a piedi senza problemi, per altri piu’ lontanucci potete ripiegare con la metropolitana.

Per fare piu’ veloce e spostarsi da tappe che si trovano ad una distanza rilevante l’una dall altra consiglio la metropolitana, a Roma troviamo la linea A (rossa) e la linea B (blu), che toccano i punti piu’ importanti del nostro percorso, specialmente la linea A.

Sconsiglio caldamente di prendere i Bus, lenti, incostanti e spesso in ritardo, e se trovate traffico, addio. Per quanto riguarda i taxi, non hanno prezzi eccessivi, ma i tassisti di Roma non sono tutti onesti, quindi state attenti.

Partenza da Ottaviano linea A.

Piazza San Pietro

Maestosa come poche, si ammira da subito il capolavoro entrando nella piazza costituita dall’ampio colonnato e la basilica che fa da sfondo. Ammirevoli le dimensioni della facciata larga oltre 114 metri e alta più di 45 metri. La cupola raggiunge i 133 metri di altezza con 537 gradini che permettono di arrivare in cima, dove si apre uno stupendo panorama su Roma 360 gradi.

L’unico fattore che potra’ rallentare il vostro tour saranno i controlli e la fila di turisti che potreste trovare o meno, andateci la mattina presto, eviterete sicuramente l’attesa in fila.

orario di apertura:

invernale 1° ottobre – 31 marzo – dalle 7.00 alle 18.30

estivo 1° aprile – 30 settembre – dalle 7.00 alle 19.00

ricordatevi che l’accesso alla Basilica Vaticana è consentito alle persone con un abbigliamento decoroso consono al luogo sacro.

66486096_398206161051699_296325689425002496_n

Castel Sant’Angelo

Subito dopo la Basilica di San Pietro, percorrete Via della Conciliazione e davanti a voi troverete Castel Sant Angelo, edificato intorno al 123 d.C. come sepolcro per l’imperatore Adriano e la sua famiglia, il panorama da sopra il castello e’ meraviglioso e aggiungerei romantico, potrete amminare il ponte Sant’Angelo in tutto il suo splendore.

Orario:

Tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30.

Costo:

  • Intero 14.00 Euro.
  • Ridotto 7.00 Euro.

Piazza Navona

Attraversando il Ponte Sant’Angelo e prendendo V. dei Coronari ci troveremo davanti a Piazza Navona, una delle piu’ belle piazze barocche. Gli elementi più affascinanti di Piazza Navona sono le tre fontane, la Fontana dei Quattro Fiumi, la Fontana del Moro, la Fontana di Nettuno.

 

Phanteon

Il Phanteon e’ una delle piu’ importanti testimonianze dell’impero romano, tempio romano dedicato a tutti gli Dei. La cupola è famosa per il suo grande foro al centro, detto “oculus”, unica fonte di luce di tutto l’edificio. Il Pantheon era stato progettato in modo che un raggio di sole, durante il solstizio d’estate, a mezzogiorno, penetrasse dall’oculus e colpisse il portale d’accesso. Questo fa vedere lo stretto legame fra il Phanteon ed il cielo, dimora di tutti gli dei.

La leggenda dice che il foro della cupola, in antichità, era sigillato con una grande pigna di bronzo che i diavoli avevano trasportato a Roma, e che quando Papa Bonifacio IV consacrò il Pantheon come chiesa, gli spiriti maligni fuggirono dall’oculus, portando via la pigna di bronzo.

Orari

  • La Basilica è aperta tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 19,30. (ultimo ingresso alle ore 19:15)
  • La domenica dalle ore 9,00 alle ore 18,00. (ultimo ingresso alle ore 19:15)67121451_2423120064436435_2523275453695787008_n

Fontana di Trevi

Proprio due traverse piu avanti, avremo davanti a noi la meravigliosa Fontana di Trevi, una delle opere più belle in assoluto, tutte le volte che la vedo rimango sempre incantata sia di giorno, sia avvolta dalle luci notturne, non delude mai. La Fontana di Trevi è l’elemento terminale dell’Acquedotto Vergine, uno dei più antichi acquedotti romani tutt’ora in uso, cornice di numerosi set cinematografici, tra cui La Dolce Vita di Federico Fellini. Conosciuta anche come la fontana dove le persone buttano le monetine, questo è collegato alla leggenda nata nel 1954 con il film “tre soldi nella fontana” che recita:

  • Lancia una moneta e tornerai a Roma
  • Lancia due monete e troverai l’amore italiano
  • Lancia tre monete e ti sposerai con colui che conosci.

La moneta deve essere lanciata con la mano destra al di sopra della spalla sinistra, e non bisogna vederla cadere. Ogni anno vengono prelevati dalla fontana circa un milione e mezzo di euro da destinare fino al 31 dicembre 2018 al braccio pastorale della Cei.

 

Altare della Patria

A 15 minuti di camminata verso Piazza dei Fiori, prendetevi un aperitivo nei tipici bar che si affacciano coloratissimi sulla piazza, li vicino troverete il famoso Altare della Patria. E’ uno dei monumenti più importanti della storia d’Italia, del Risorgimento e della monarchia sabauda. Questo edificio rappresenta la Patria: ai due lati, dove sorge e tramonta il sole, vi sono due fontane che rappresentano il mar Adriatico ed il mar Tirreno. Le fontane segnano i “confini” del monumento così come i due mari delimitano la Penisola Italiana. Al centro dell’altare si trova invece il re Vittorio Emanuele II. l‘interno del Vittoriano è visitabile gratuitamente potrete trovare diversi musei interessanti come il sacrario delle bandiere, il museo del Risorgimento.

67222290_2252557508390860_5259503112573419520_n

Colosseo

Percorrendo la via dei fori imperiali, si arriva direttamente al Colosseo. Il più grande anfiteatro di Roma fu fatto erigere da Vespasiano nei primi anni del suo regno (69-79 d.C.). è stato considerato uno dei simboli del nostro paese, e inserito sia nella lista dei Patrimoni mondiali dell’Umanità dall’UNESCO che in quella delle nuove sette meraviglie del mondo.

Giorni e Orari

  • dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: 8.30-16.30, ultimo ingresso alle 15.30;
  • dal 16 febbraio al 15 marzo: 8.30-17.00, ultimo ingresso alle 16.00;
  • dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo: 8.30-17.30, ultimo ingresso alle 16,30;
  • dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto: 8.30-19.15, ultimo ingresso alle 18,15;
  • dal 1 settembre al 30 settembre: 8.30-19.00, ultimo ingresso alle 18.00;
  • dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: 8.30-18.30, ultimo ingresso alle 17,30.

Attenzione: Nel Colosseo e’ vietato di introdurre zaini da campeggio, borse ingombranti e trolley, potranno essere introdotti zaini a spalla di medie e piccole dimensioni, che dovranno comunque essere sottoposti al controllo con il metal-detector.

67477953_534571790708141_6894157469178658816_n

Piazza di Spagna

Una tra le piazze più suggestive di Roma, con la grande scalinata di Trinità dei Monti che ne fa la sua caratteristica principale. Fu costruitanel 1726 su progetto di De Sanctis, l’intenzione dell’artista era quella di realizzare sia una scalinata che prendeva il posto dei sentieri lungo il pendio erboso del Pincio, sia che potesse diventare un luogo di ritrovo per tutti i cittadini. Infatti, ancora oggi, la scalinata è un luogo di incontro e dunque chiamata ” il salotto di Roma” In primavera la scalinata raggiungere il suo massimo splendore quando viene ricoperta di azalee, rendendola ancora più magica e romantica.

67202144_662822180885216_6009283202772893696_n

Via dei condotti e Via del Corso

Da Piazza di Spagna, potrete percorrere Via dei Condotti, la via romana piu famosa per i suoi svariati negozi del lusso più sfrenato, le insegne che leggerete saranno Gucci, Prada, Armani, Fendi, Louis Vuiton, Bulgari e Valentino. Ma la via che preferisco di più è quella che fa angolo a via Condotti e che percorrendola fino alla fine porta, al centro di Piazza del Popolo, Via del Corso. Via del corso è sempre vivace, e se cerchi qualcosa, lì, in quella mescolanza di negozi e bancarelle, la troverai.

Piazza del Popolo e il Pincio

Piazza del Popolo è nota anche come il Tridente (via del  Babuino – via del Corso – via di Ripetta). Al centro della piazza domina l’obelisco detto “Flaminio” l’altezza raggiunge i 23,20 metri e presenta i geroglifici di Seti I definito” colui che riempie Eliopoli di obelischi perchè i loro raggi possono illuminare il tempio di Ra”. Fù il primo obelisco ad essere trasferito a Roma, al tempo di Augusto (nel 10 a.C.), per celebrare la conquista dell’Egitto. Ai suoi piedi si trovava la fontana del Trullo, opera di Giacomo Della Porta.

Piazza del popolo viene dominata dalla più importante terrazza panoramica conosciuta come Pincio. Il Pincio fa parte di una delle più grandi Ville nel verde di Roma, Villa Borghese. Potrete accedervi tramite un percorso, a scalini e non, posto proprio allo stesso livello della piazza. Una volta arrivati in cima, potrete ammirare il panorama mozzafiato romano.

67497322_210668636550717_5400493845085421568_n

Questo percorso risulta essere fattibile a piedi, e il tragitto abbastanza semplice. Se avete curiosità o informazioni su dove mangiare e dove no, non esitate a contattare. Spero  di essere stata utile, Vi auguro un divertente soggiorno Romano.

M.P. Feel Easy Way

M.P. Feel easy way

Questo blog racconta di viaggi, itinerari pazzeschi, manie di organizzazione e stile di vita. Viaggiare leggeri è la parola d'ordine!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: